Contabilizzazione: guida al servizio

La contabilizzazione del calore è il modo per conoscere il reale consumo di energia termica utilizzata per scaldare un’unità abitativa o altri servizi.

Il sistema di contabilizzazione individuale offre la possibilità di suddividere le spese di riscaldamento in funzione del calore effettivamente consumato e non più in base ai millesimi. E’ però necessario abbinare un buon sistema di termoregolazione.

La sola contabilizzazione avrebbe l’unica funzione di "conteggiare" il prelievo di calore nei corpi scaldanti; viceversa la sola termoregolazione, avrebbe l’unica funzione di regolarne il prelievo.

Tali accorgimenti assunti singolarmente non educherebbero l’utente ad un corretto utilizzo dell’impianto di riscaldamento e, conseguentemente, non sortirebbero alcun incentivo al risparmio (il virtuosismo individuale non premierebbe il singolo ma verrebbe suddiviso tra tutti i condomini).

Se ne deduce che il corretto utilizzo del binomio termoregolazione-contabilizzazione ottimizzerebbe la richiesta di calore in quanto inciderebbe esclusivamente sulla spesa del condomino virtuoso che ha scelto di prelevare minor energia. I contabilizzatori quindi hanno lo scopo di calcolare il consumo di ogni unità immobiliare ai fini di un riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato.

La termoregolazione, e la conseguente contabilizzazione individuale, costituiscono le due operazioni più semplici ed immediate da realizzare al fine di conseguire un risparmio energetico negli edifici esistenti.

Grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, è possibile realizzare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore senza interventi invasivi sulla struttura degli impianti. Tra i vantaggi di un sistema di termoregolazione e contabilizzazione, oltre all’equità ed al confort dato dalla possibilità di regolare la temperatura secondo le proprie necessità ed orari, vi è anche la certezza di realizzare, rispetto alla situazione precedente all’installazione dei nuovi impianti, un risparmio economico medio annuo sul combustibile utilizzato dalla caldaia, compreso tra il 10% ed il 30%.

L’aumento delle Regioni italiane che hanno legiferato l’obbligatorietà della contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati, la diversificazione degli impianti stessi e l’esigenza di una maggiore precisione dei riparti, ha condotto alla revisione della normativa di riferimento.

Il 14 febbraio 2013 è stata pubblicata la nuova versione della normativa tecnica UNI 10200 (che sostituisce la precedente norma UNI 10200 del 2005). La nuova normativa fornisce sia criteri per una ripartizione più puntuale e trasparente, sia i parametri per una corretta ed equa ripartizione della spesa per la climatizzazione invernale e per l’acqua sanitaria nei condomini serviti da impianto termico centralizzato.

A garanzia di una maggior trasparenza, la nuova UNI 10200 prevede che i condomini non solo siano dettagliatamente informati sul sistema di contabilizzazione e sul suo corretto utilizzo, ma che gli siano fornite informazioni puntuali sui consumi e sulle relative voci di spesa, sulle potenze termiche installate, sui millesimi e sulle prestazioni energetiche. La nuova norma ha inoltre introdotto un’adeguata documentazione che gli installatori dovranno fornire ai condomini di ciascuna unità immobiliare.

La contabilizzazione del calore può essere effettuata in due diversi modi:

  • la contabilizzazione diretta
  • la contabilizzazione indiretta

Informazioni

EMMETI S.n.c. di Squaratti Clemente

P. IVA 00610640146

Via dei Sedini, 47/C
23017 Morbegno (SO)
+39 0342.612459
+39 0342.610386
info@emmetisnc.com

Unità Operativa
Via Torricelli, 35/A
20851 Lissone (MB)
+39 039.2456754

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità e sulle nostre iniziative.

Certificazioni

Kiwa - certificazione ISO 9001:2008

Certificazione ISO 9001:2008

Certificate: KI-050825


Patentino Frigoristi

Certificazione di conformità F-gas

Certificate: KI-079434