Il 17 luglio, un anniversario sempre fresco

Il 17 luglio è il "compleanno" del condizionatore

Oggi compie 118 anni, ma se li porta bene. Il primo impianto per l'aria condizionata infatti fu installato a New York il 17 luglio 1902, nel quartiere di Brooklyn.
L'apparecchio funzionava al servizio di una tipografia, raccontano le cronache dell’epoca: l’azienda aveva bisogno di controllare temperatura e umidità all'interno dei locali, perché il caldo rovinava carte e inchiostri, complicando il lavoro quotidiano.

I tipografi di quell'antica azienda furono i primi a godersi un po' di frescura sul posto di lavoro, insomma, anche nelle estati torride. Ma non restarono i soli per molto tempo. Ben presto infatti i condizionatori si diffusero nelle imprese tessili, nelle altre fabbriche e poi negli uffici, nella Grande Mela e in tutti gli USA.

Nel secondo dopoguerra negli Stati Uniti si iniziarono ad installare anche i primi condizionatori domestici, che all'inizio erano un vero status symbol. Da allora gli apparecchi si sono diffusi in tutto il mondo, in case, uffici, aziende, di pari passo con un'evoluzione tecnologica che li ha resi sempre meno ingombranti e rumorosi, sempre più efficienti e sicuri. I primi impianti infatti utilizzavano gas tossici come l'ammoniaca, quindi un eventuale rottura del condizionatore poteva causare guai seri, poi nel giro di pochi anni queste sostanze furono sostituite con gas completamente innocui per le persone.

Con i progressivi miglioramenti tecnologici, oggi si trovano apparecchiature di tutti i tipi e praticamente per tutte le tasche. Gli impianti di condizionamento attuali si adattano a tutte le esigenze, dal controllo della temperatura negli spazi più grandi e complessi alla creazione di un ambiente confortevole fra le pareti domestiche.

A proposito di comfort: nei giorni di gran caldo, quando entriamo in un ambiente con l'aria condizionata e tiriamo un sospiro di sollievo, ricordiamoci di ringraziare mentalmente Willis Haviland Carrier. Il nome dice poco? Probabile, ma è lui l'ingegnere statunitense che nel 1901 ideò il primo meccanismo per ridurre la temperatura dell'aria sfruttando i cambiamenti di pressione dei gas.

  • Visite: 112

Condizionatore, per il tagliando è meglio non aspettare il caldo

Condizionatore, i controlli prima dell'estate

Giugno è partito con un clima ancora un po’ “pazzerello”... forse è ancora presto per pensare al condizionatore o al climatizzatore, giusto?
Non proprio. Meglio partire in anticipo con il “tagliando” in vista dell'estate, per essere sicuri che l'impianto sia in perfetta efficienza quando ce ne sarà bisogno. Così si eviteranno brutte sorprese: un condizionatore che non parte o perde colpi proprio nella prima giornata di gran caldo, oppure una bolletta più pesante del solito. Magari l'apparecchiatura fa comunque il suo lavoro, infatti, ma non funziona a pieno regime e consuma decisamente più del dovuto.

Senza dimenticare che dalla corretta pulizia e manutenzione degli impianti dipende anche la qualità dell'aria in casa, visto che nei vari componenti del condizionatore o del climatizzatore possono depositarsi e proliferare batteri potenzialmente nocivi.

Per garantirsi aria fresca e pulita, un ambiente confortevole e consumi corretti grazie all'efficienza energetica, dunque, ogni apparecchio prima della stagione estiva va controllato e sottoposto ad una manutenzione generale, anche se non si sono verificati guasti.

Per i sistemi dell'aria condizionata più grandi e complessi – quelli di uffici, supermercati, ristoranti e via dicendo – vengono effettuate operazioni particolari, ma anche i dispositivi domestici hanno bisogno di cure periodiche per funzionare al meglio.

A seconda del tipo di condizionatore, bisognerà pulire e sanificare – o sostituire, se necessario - i filtri dell'unità interna, assicurarsi che l'unità esterna sia integra e ripulirla, verificare i livelli del refrigerante e così via.

Operazioni che un tecnico specializzato potrà eseguire in breve tempo e con la garanzia di ottenere un risultato a regola d'arte: Emmeti da oltre dieci anni si occupa di manutenzione dei condizionatori d'aria per uso civile e industriale. I nostri tecnici sono a disposizione per le operazioni di pulizia e sostituzione dei filtri, controllo delle unità interne ed esterne, verifica della funzionalità dei motoventilatori, controllo e sanificazione dell'unità interna.

In piena sicurezza, perché da settimane lo staff lavora con un kit aggiuntivo – mascherine, guanti, visiere – per prevenire la diffusione del coronavirus.

E se non avete ancora un condizionatore o un climatizzatore, lo staff di Emmeti è pronto a consigliarvi la soluzione più adatta e a realizzare impianti a parete con unità mono e multi split oppure impianti canalizzati, oppure ancora condizionatori a pompa di calore. Per saperne di più, bastano una telefonata o un'email ai nostri uffici.

  • Visite: 67

Impianti da sanificare? Occhio alle certificazioni

Sanificazione degli impianti di condizionamento

Per la “fase 2” la sicurezza nei locali pubblici e negli ambienti di lavoro sarà un elemento fondamentale, gli esperti non si stancano di ripeterlo.

Oltre alle indicazioni su spazi, distanze e dispositivi di protezione, un elemento chiave è la sanificazione di ambienti e apparecchiature, soprattutto degli impianti di climatizzazione estiva e invernale composti da fan-coil, ventilconvettori, impianti di condizionamento e di trattamento aria. Tutti elementi soggetti alle prevenzioni contro il Covid-19 che le imprese devono applicare in questa fase di ripartenza.

Le recenti norme nazionali prevedono delle agevolazioni alle imprese sui costi sostenuti per questi interventi, ma bisogna fare attenzione ai requisiti richiesti per ottenerle.

Nel caso degli impianti termoidraulici, infatti, l'azienda che esegue l'intervento di sanificazione deve possedere la certificazione F-gas, che riguarda le attività di installazione, riparazione, manutenzione, assistenza o smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria, pompe di calore fisse e apparecchiature di protezione antincendio contenenti gas fluorurati a effetto serra.

In Emmeti disponiamo di tutti gli strumenti per effettuare le sanificazioni degli impianti, siamo abilitati a queste operazioni e in squadra possiamo contare su tecnici certificati: per informazioni potete contattarci tramite il modulo presente sul sito, telefonare allo 0342.612459 o scrivere un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il nostro staff è pronto a darvi tutte le indicazioni dettagliate per una sanificazione in piena sicurezza e con tutti i requisiti previsti per accedere alle agevolazioni.

  • Visite: 327

Lavora con Emmeti: cerchiamo un nuovo tecnico

Emmeti cerca un nuovo tecnico

Vuoi entrare nella squadra di Emmeti?
Cerchiamo un tecnico manutentore di impianti termici, preferibilmente con esperienza nel settore.
Abbiamo bisogno di una persona con buone capacità manuali, che abbia nozioni base di elettrotecnica e informatica. Servono disponibilità ad orari flessibili e capacità di lavoro di squadra.

Per candidarti scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: sono graditi una presentazione o il curriculum. 

tecnico, lavoro

  • Visite: 105

Di nuovo al lavoro, in sicurezza: riprendiamo le attività programmate

Kit di sicurezza per i tecnici Emmeti

Con un nuovo kit per la sicurezza, i nostri tecnici sono pronti a ripartire con tutte le normali attività, dopo qualche settimana di stop. Da metà marzo ad oggi, infatti, abbiamo garantito soltanto gli interventi per le urgenze, chiudendo l'ufficio e portando avanti l'attività in smartworking, per fare la nostra parte nell'impegno comune contro il coronavirus. Eravamo fra le aziende escluse dal blocco (ricordate le suddivisioni in base ai codici Ateco?), ma abbiamo deciso di seguire questa via per aiutare a non diffondere il Covid-19.

Ora ripartiamo anche con le attività non legate ad un'urgenza, come le manutenzioni programmate: abbiamo già contattato alcuni clienti per mettere in calendario la visita dei nostri tecnici, man mano riprenderemo l'agenda per tutti.
Come sappiamo la situazione pian piano sembra migliorare, ma richiede ancora grande attenzione, rispetto delle regole e le giuste precauzioni.

Per questo ogni operatore impegnato negli interventi di manutenzione e simili sarà dotato di un kit apposito, basato sulle indicazioni delle autorità per il contenimento del virus: mascherina, gel disinfettante per le mani, guanti monouso e visiera. Un po' diverso dai soliti ferri del mestiere, in effetti, ma è utile per la tranquillità di tutti.

Per avere informazioni più dettagliate, potete contattarci attraverso questo modulo.

  • Visite: 492
emmeti Logo

SEDE

EMMETI S.n.c. di Squaratti Clemente
Via dei Sedini, 47/C
23017 Morbegno (SO) - Italia
Tel. +39 0342.612459
Fax. +39 0342.610386
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.Iva: 00610640146
R.E.A.: SO - 43032 

Certificazioni

Certificazione di conformità F-gas
Certificate: KI-079434

Certificazione ISO 9001:2015
Certificate: 13691 - A

accredia - kiwa